I giovani del centrosinistra uniti per la scuola

Sabato 10 aprile si è tenuta un’iniziativa tra esponenti di due giovanili di centrosinistra. Tra iscritti ai Giovani Democratici (GD) ed i Giovani socialisti(FGS), entrambi del territorio regionale campano.
L’iniziativa si è tenuta su un tema importante quanto semplice per le nuove generazioni alquanto sotto i riflettori anche nella politica nazionale, ovvero il mondo dell’istruzione, dall’istruzione primaria a quella universitaria.
I diversi esponenti hanno evidenziato come non sia facile trattare e risolvere le tante problematiche che circondano il mondo della formazione, coinvolgendo tra l’altro oltre alle tradizionali strutture anche quelle di formazione aggiuntive.
Si è inoltre spiegato come le nuove tecniche e i nuovi strumenti digitali che hanno al momento sostituito le lezioni in presenza non debbano un giorno essere buttate per tornare alla tradizionali metodologie come se non fosse successo niente ma al contrario il periodo che si vive oggi è uno spartiacque e deve portare ad un nuovo modo di fare formazione che con le nuove tecnologie tagli le disuguaglianze invece di ampliare.
È stato anche trattato il problema della riqualifica delle strutture che in un mondo nel pieno della pandemia e un giorno post-covid deve vedersi evolvere e riadattare per migliorare nel modo migliore i settori nella società.
L’iniziativa si è conclusa con augurio da parte dei partecipanti di ritrovarsi in nuove collaborazioni per rafforzare un rapporto forte che esiste tra le due giovanili.
Hanno partecipato come esponenti dei giovani dem : Giuseppe Porcaro, Luigi Punzo e Fabrizio Daniele. In quota socialista hanno invece partecipato : Vittorio Cicalese, Giangaetano Petrillo e Bruno Magliuolo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.