Sport? In Italia sembra ormai poco importante

Ragazzi italiani sempre più grassi e poco inclini allo sport: il governo non aiuta

Draghi:’ Lo sport è importante, il governo lo sosterrà’, nel nuovo governo però il Ministro dello Sport non c’è. Di mesi ne sono passati e a conti fatti nulla sembra essere cambiato: centri sportivi, piscine e palestre continuano a restare chiusi. I dati Istat delle ricerche più recenti non sono confortanti: In Italia si stimano circa 2 milioni e 130 mila bambini e adolescenti in eccesso di peso; Campania, Calabria, Sicilia e Molise le regioni dai dati più critici. La situazione migliora notevolmente spostandosi a Nord rispetto al Belpaese: In Norvegia, Danimarca e Irlanda le percentuali di ragazzi con problemi di peso sono le più basse d’Europa. C’è da dire che sportivi assidui ma anche i frequentatori di palestra ‘occasionali’ risentono ormai enormemente della pressione delle chiusure, un momento di svago, distrazione e complicità è stato rimosso dalla routine quotidiana. Lo sport, in effetti, non è un mero strumento per il miglioramento estetico del nostro corpo: riduce il rischio di ipertensione, obesità, cancro, cardiopatia e diabete. Da non dimenticare gli effetti sulla sfera psichica, un antistress naturale e un rimedio per i disturbi d’ansia: si fatica a comprendere come mai se ne parli così poco . Le voci del dissenso sulle misure restrittive imposte dal governo non hanno tardato a farsi sentire: mente le chiese sono aperte le palestre restano ancora chiuse. E mentre i video dei numerosi assembramenti impazzano sui social, evidenziando che il limite di sopportazione sia già stato ampiamente superato, ci si chiede se sia davvero lo sport il problema dei contagi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.