Torneo Fifa a Napoli: dallo sport fisico a quello digitale

Si è tenuto da lunedì 12 a giovedì 15 luglio nella provincia di Napoli un torneo di Fifa 21 tra ragazzi di diversi comuni dell’area vesuviana. Il torneo partiva con 16 partecipanti per poi arrivare alla finale di giovedì 15 con la partita tra i due giocatori più bravi alternando partite da remoto o giocate in una sola sede. Le regole ? Molto simili a quelle degli europei, dove il vincitore che passava dalla prima fase ai quarti e alle semifinali riceveva come premio quello di affrontare il secondo più bravo del girone opposto.
Alla fine a prevalere è stato l’anastasiano Giuseppe Carotenuto. Un ragazzo con un passato da calciatore nelle giovanili che però a causa di un incidente è stato costretto ad abbandonare la carriera sportiva, sia questa una rivincita? Un’occasione per rimettersi in gioco ? Solo il tempo può dirlo. Carotenuto non è affatto nuovo ai tornei e-sport – avendone anche vinti altri in passato, anche nella zona Vomero di Napoli -, e sembra pronto ad affrontarne già un altro il 26 di luglio. Gli sport digitali sono sempre stati poco considerati, fin dalla loro nascita, magari è il caso di tenerne più conto, possono essere – come in questo caso – forse proprio dei luoghi di rivalsa di atleti che per motivi gravi hanno dovuto abbandonare la loro passione ricordando cosa unisce i due tipi di esperienze. Fair play, divertimento, e comunità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.